Login
Main menu

Dilatazione gastrica - Torsione (Volvolo)

Patologie caratterizzate da una notevole distensione dello stomaco con gas ma, mentre nella dilatazione lo stomaco resta nella sua posizione originale, nel volvolo lo stomaco subisce una rotazione sul suo asse .
In entrambi i casi viene esercitata una compressione sulla vena cava caudale a cui consegue un ridotto ritorno venoso al cuore determinando shock ipovolemico, aggravato da devitalizzaione della parete gastrica e, nel caso del volvolo, della torsione o dalla rottura della milza, shock endotossico e alterazione della coagulazione (DIC).
Non esiste un'unica causa.
Sono a maggior rischio i cani di grossa taglia con torace profondo come: AKITA, SEGUGIO, COLLIE, ALANO, DOBERMANN, SETTER IRLANDESE, IRISH WOLFHOUND, TERRANOVA, ROTTWEILER, SAN BERNARDO, BARBONE E WEIMARANER
Fattori legati a un aumento del rischio di torsione gastrica includono: ETÀ AVANZATA, FAMILIARITÀ, MANGIARE VORACEMENTE, CIOTOLA POSIZIONATA IN ALTO, UN SOLO PASTO AL GIORNO E AEROFAGIA.
Il rapporto tra dilatazione e torsione gastrica non è chiaro ma la lunghezza del legamento epatogastrico (che lega il fegato allo stomaco) gioca un ruolo importante.
I segni clinici sono: distensione addominale (poco visibile in cani dal torace molto profondo come alani, setter o dobermann), conati di vomito non produttivi, ipersalivazione, debolezza e/o collasso
In questi casi, dopo visita e radiografia a conferma della torsione, bisogna intervenire chirurgicamente il prima possibile per riposizionare gli organi ed effettuare una GASTROPESSI (si fissa lo stomaco alla parete addominale in modo che non possa recidivare). Prima ancora di aprire la cavità addominale, è consigliabile decomprimere lo stomaco (cioè sgonfiarlo) per via percutanea o, meglio, con il cane in anestesia, si cerca di far passare una sonda dall'esofago fin dentro lo stomaco (si opera una detorsione gastrica, anche se temporanea) e si procede con una lavanda gastrica così da bloccare il processo patologico e ridurre tutte le complicazioni anestesiologiche e chirurgiche che conseguono all'aumento del volume e della pressione addominale
A volte la chirurgia è complicata per i danni a carico degli organi e quindi bisogna effettuare una SPLENECTOMIA, in caso di rottura della milza, e/o una GASTRECTOMIA, cioè asportare una parte di parete dello stomaco in caso di devitalizzazione.
La prognosi resta riservata fino a 72 ore dopo l' intervento chirurgico per le complicazioni dovute alle tossine in circolo responsabili di aritmie cardiache e DIC che non sempre si risolvono con la terapia farmacologica.

back to top